PAOLO PORTO PROGETTO CORPI ABITATI

PAOLO PORTO PROGETTO CORPI ABITATI, L'AQUILA_TERREMOTO 2009 / PROJECT DEVELOPED IN L'AQUILA, THE ITALIAN TOWN AFFECTED BY THE EARTHQUAKE IN 2009


Città di simulacri l'Aquila di Paolo Porto, scenografia di detriti popolata da spettri che fuoriescono dalla viscere delle macerie e ritornano per ri-vivere lo spazio urbano dissestato. Così la catastrofe, lutto irrisolto dell'immaginario, viene rielaborata a partire dal degrado caotico del residuale, per un'estetica delle rovine in cui prende forma la simbiosi tra territorio e corpo performativo. (Giulia Raciti, Gente di Fotografia)


L’Aquila through the look of Paolo Porto is a city of simulacra, scene of debris populated by ghosts coming out from the ruins, who return to re-vive the bumpy urban space. So the catastrophe, unresolved bereavement of the imaginary, is revised from the residual’s chaotic degradation, for an aesthetic of the ruins in which the symbiosis between the territory and the performative body takes its shape. (Giulia Raciti, Gente di Fotografia)


Paolo Porto progetto Corpi Abitati - L´Aquila, terremoto 2009 Paolo Porto progetto Corpi Abitati - L´Aquila, terremoto 2009 Paolo Porto progetto Corpi Abitati - L´Aquila, terremoto 2009
Paolo Porto progetto Corpi Abitati - L´Aquila, terremoto 2009 Paolo Porto progetto Corpi Abitati - L´Aquila, terremoto 2009 Paolo Porto progetto Corpi Abitati - L´Aquila, terremoto 2009
Paolo Porto progetto Corpi Abitati - L´Aquila, terremoto 2009 Paolo Porto progetto Corpi Abitati - L´Aquila, terremoto 2009 Paolo Porto progetto Corpi Abitati - L´Aquila, terremoto 2009

Photo header by Paolo Porto